Serie D: rimonta Prato, agguantato il pari in trasferta

Pungolato dalla tifoseria che espone un eloquente striscione con la scritta “Sveglia”, il Prato di Amelia reagisce dopo essere andato sotto di due reti sul campo del Real Forte Querceta, sui cui spalti compare l’ex biancazzurro Massimo Maccarone.

Nella prima frazione i lanieri si lasciano preferire sul piano del gioco ma non riescono a sbloccare il risultato che resta in perfetto equilibrio per tutta la frazione.

Nella ripresa avvio sprint dei locali che al 2′ passano in vantaggio con Lazzarini, bravo a ribadire in rete un pallone respinto da Pagnini su tiro di Pegollo, il quale √® poi autore del raddoppio, al 21′, con un perfetto colpo di testa su assist di Della Pina. Quando la gara sembra ormai archiviata ecco la reazione del Prato: minuto 27 e gol di Cestaro che devia in rete un diagonale di Nicoli sugli sviluppi di una punizione griffata Soldani. Al 38′ la rimonta si completa proprio con lo stesso Nicoli che trova la conclusione vincente su assist di Bellucci.

Real Forte Querceta 2-2 Prato
Reti
: 2’s.t. Lazzarini, 21′ Pegollo, 27′ Cestaro, 38′ Nicoli

Real Forte Querceta (3-4-2-1): Adornato; Maccabruni, Contipelli, Bechini; Centonze, Amico, Lazzoni (30’s.t. Ricci T.), Della Pina (44’s.t. Ricci F.); Islamaj, Lazzerini; Pegollo. A disposizione: De Chirico, Aquilante, Gargani, Cosentino, Pecci, Petriccioli, Belluomini. Allenatore: Bonuccelli.

Prato (3-5-2): Pagnini; Angeli, Cestaro, Manes; Lugnan (39’s.t. Ba), Soldani, Tomaselli (43’s.t. Renzi), Nicoli, Piampiani (24’s.t. Tavanti); Aleksic, Maione (24’s.t. Bellucci). A disposizione: Romboli, Reggiani, Romiti, Noferi, Ianas. Allenatore: Amelia.

Arbitro: Pazzarelli di Macerata.
Assistenti: Serra di Tivoli e Brizzi di Aprilia.